CE_522

5.2.2 Definire il termine “provider internet” (Internet Service Provider – ISP). Identificare le principale considerazioni da fare quando si seleziona un abbonamento a internet: velocità di upload, velocità e quantità di dati di download, costo.

Internet Service Provider in italiano significa Fornitore di Servizio Internet: si tratta di un’Azienda, che generalmente dispone di una Rete Telefonica Cablata o Cellulare propria, come ad esempio Telecom, Fastweb, Vodafone, etc … o che acquista una quota di servizio e vende agli utenti l’accesso alla rete. Insieme al servizio, spesso gli ISP forniscono in Comodato d’Uso o in affitto dei Dispositivi per l’Accesso, come Modem, Router, Computer, Smartphone o Tablet.

Prima di sottoscrivere un abbonamento a questo tipo di servizio è importante saperne valutare la qualità e la convenienza che dipende da diversi fattori:

Velocità di trasmissione dati in entrata e in uscita In base alle proprie esigenze può essere conveniente spendere un po’ di più per avere una connessione più veloce. Bisogna inoltre essere coscienti del fatto che la velocità indicata è quella massima teorica, mentre raramente viene specificata quella minima garantita.
Limiti di tempo o di quantità di dati Oggi la maggior parte delle offerte Internet sono senza Limiti né di Tempo né di Quantità di Dati mentre per quelle di Telefonia Cellulare vengono imposti dei Limiti più spesso relativi alla Quantità di Dati che di Tempo. Alcune offerte prevedono un Pagamento consistente per i Dati Scaricati in Eccesso, mentre altre prevedono solo un rallentamento della Connessione oltre una certa quantità di dati, pertanto sono, a nostro avviso, da preferire.
Costi Attualmente la concorrenza tra le varie compagnie telefoniche fa sì che i costi siano abbastanza allineati verso il basso, sia per ciò che riguarda l’ADSL e la Fibra, che per il 3G, 4G e 5G.