IT Security – 7.1.2

7.1.2 Riconoscere l’importanza di avere una procedura di copie di sicurezza per ovviare alla perdita di dati, di informazioni finanziarie, di segnalibri/cronologia web.

Il Sistema Operativo di un computer od i programmi possono facilmente essere reinstallati se il computer, per qualche motivo, si guasta e non funziona più, in quanto è sempre possibile riutilizzare i supporti su cui erano stati memorizzati o, al limite, riacquistarli.

I propri dati, quelli creati dall’utente del computer e memorizzati su un supporto magnetico, in caso di guasto non recuperabile del computer e, in particolare, del disco rigido, oppure di cancellazione involontaria degli stessi, non possono essere recuperati, salvo in rari casi e a costi molto elevati.

Pertanto è utile, e per le aziende è obbligatorio, predisporre delle copie di sicurezza dei dati, chiamate backup, che devono essere custodite lontano da polvere, calore e fonti magnetiche e soprattutto in un luogo diverso da quello in cui si trova il computer per garantire l’integrità dei dati anche in caso di eventi catastrofici che possono coinvolgere l’intero edificio, tipo furti, incendio, terremoto, etc.

La Copia di Sicurezza può essere fatta su supporti magnetici come ad esempio:

  • Nastro;
  • Disco Rigido esterno;
  • NAS;

oppure di tipo ottico come ad esempio:

  • CD
  • DVD

oppure, ed oggi è sempre più diffuso, direttamente su un server remoto via internet denominato cloud, come ad esempio Dropbox, Google Drive, Onedrive, etc.